Italian Arabic Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Traditional) Czech Danish English Filipino French German Hungarian Japanese Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Turkish Ukrainian Urdu

Tu sei qui:

Uno dei nostri: Giulio Beranek

Un successo, un grande successo per "Le mani dentro la Città”, fiction televisiva andata in onda, in cinque puntate, su Canale 5. Strepitoso - a dir poco - invece il successo ottenuto nel ruolo di Fulvio Marruso dalla rivelazione Giulio Beranek. Attore emergente già cimentatosi in altri lavori cinematografici e televisivi. Ha lavorato in “Marpiccolo” la prima opera cinematografica in cui è apparso e successivamente si è espresso, sempre per il cinema, al fianco di Vincenzo Salemme.

safe image
Giulio Beranek è uno dei nostri, si proprio così. Uno dei nostri, uno che proviene dal “Viaggio”, un esercente spettacoli viaggianti come, professionalmente e giustamente, ama definirsi e viene oggi più appropriatamente definito chi lavora e chi si impegna quale imprenditore nel campo dell’impiego del tempo libero e del divertimento, con attrezzature e strutture di cui alla legge 18 marzo 1968 n. 337.


Uno dei nostri ad approdare, quasi casualmente, al mondo del cinema e della TV ma che adesso si sta facendo onore e riscuote un naturale successo, senza mai nascondere le sue origini. Anzi queste sono motivo di orgoglio. Come un distintivo che mostra fiero sul bavero della giacca. Giulio infatti è il rampollo di una nota famiglia del “viaggio”, come si dice tra di noi, tra quelli del mestiere: la famiglia Monti Condesnitt che riunisce tradizionalmente in se lo spettacolo viaggiante ed il circo. Più precisamente è il figlio di Ketty e nipote di Giulio Monti Condesnitt.

Tanti ne parlano e tutti sono concordi nel riconoscerne le doti di attore. Le sue ottime capacità interpretative sono del tutto evidenti anche quando - come nel caso specifico de “Le mani dentro la città” - si sia cimentato in un ruolo molto duro, complicato e complesso, da cattivo. Infatti il personaggio Fulvio Marruso, interpretato da Giulio Beranek, è un esponente della 'ndrangheta calabrese, al centro di delinquenziali, tristi e drammatiche storie sulle quali è imperniata la fiction.

E’ dotato di una grande sensibilità d’animo e questa sensibilità lo spinge a cercare con determinazione di materializzare un sogno. Quello di creare - con la collaborazione del regista Emanuele Tammaro ed il produttore Marco Donati e, per quanto possibile della nostra Associazione - un documentario sul mondo del “Viaggio”. Al momento ci sono ottime idee, scarsi mezzi finanziari, un titolo appropriato “I dritti” (non a caso) e alcune belle quanto poetiche riprese che hanno permesso di realizzare il, cosiddetto, promo. Comunque se il buongiorno, come si dice, si vede dal mattino c’è da aspettarsi che ci riuscirà e che il prodotto sarà di grande valore sociologico e poetico.

Proprio perchè tanti ne parlano, sono apparse recensioni ed interviste su importanti Riviste quali “L’Uomo Vogue”, “Sorrisi e Canzoni” e “Tele Sette”.

 

modulistica

news-e-normative

Eventi

anesv agis